TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE ALIQUOTA BASE IMU E TASI

 

IMU

TASI

Fattispecie

Norma di riferimento

Aliquota legge

Aliquota min

Aliquota max

Norma di riferimento

Aliquota legge

Aliquota min.

Aliquota
max

Abitazione principale di categoria catastale A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7

art. 13, comma 2,
D.L. n. 201/2011

Esente

art. 1, commi 639 e 669, legge n. 147/2013

Esente

Abitazione principale di categoria catastale A/1, A/8 e A/9

art. 13, comma 7,
D.L. n. 201/2011

4‰

2‰

6‰

art. 1, commi 676 e 677, legge n. 147/2013

1‰

0

Somma IMU+TASI: max 6‰ (6,8‰ in caso di utilizzo della maggiorazione dello 0,8‰)

Altri fabbricati

Art. 13, comma 6,
D.L. n. 201/2011

7,6‰

4,6‰

10,6‰

art. 1, commi 676 e 677, legge n. 147/2013

1‰

0

Somma IMU+TASI: max 10,6‰ (11,4‰ in caso di utilizzo della maggiorazione dello 0,8‰)

Fabbricati di categoria D

art. 1, comma 380, lett. f) e g), legge n. 228/2012

7,6‰, riservata allo Stato

7,6‰, riservata allo Stato

10,6‰, di cui 7,6‰ riservata allo Stato

art. 1, commi 676 e 677, legge n. 147/2013

1‰

0

Somma IMU+TASI: max 10,6‰ (11,4‰ in caso di utilizzo della maggiorazione dello 0,8‰)

Fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati (fabbricati merce)

art. 13, comma 9-bis, D.L. n. 201/2011

Esenti

art. 1, comma 678, legge n. 147/2013

1‰

0

2,5‰ (3,3‰ in caso di utilizzo della maggiorazione dello 0,8‰)

Fabbricati rurali strumentali

art. 1, comma 708,
legge n. 147/2013

Esenti

art. 1, comma 678, legge n. 147/2013

1‰

0

1‰

Aree fabbricabili

art. 13, comma 6,
D.L. n. 201/2011

7,6‰

4,6‰

10,6‰

art. 1, commi 676 e 677, legge n. 147/2013

1‰

0

Somma IMU+TASI: max 10,6‰ (11,4‰ in caso di utilizzo della maggiorazione dello 0,8‰)

Terreni agricoli

art. 13, comma 6,
D.L. n. 201/2011

7,6‰

4,6‰

10,6‰

art. 1, commi 639 e 669, legge n. 147/2013

Esclusi

art. 1, comma 13,
legge n. 208/2015

Esenti in questi casi: • terreni agricoli ubicati nei comuni compresi nell’elenco di cui alla circolare Ministero delle finanze n. 9 del 14 /6/1993
• terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali ex art. 1 del D. Lgs. n. 99/2004, iscritti nella previdenza agricola
• terreni agricoli ubicati nei comuni delle isole minori di cui all'all. A annesso alla legge n. 448 del 2001
• terreni agricoli a immutabile destinazione agro-silvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile

Immobili non produttivi di reddito fondiario, immobili posseduti dai soggetti passivi dell'IRES, immobili locati

Art. 13, comma 9, D.L. n. 201/2011

7,6‰

4‰

10,6‰

art. 1, commi 676 e 677, legge n. 147/2013

1‰

0

Somma IMU+TASI: max 10,6‰ (11,4‰ in caso di utilizzo della maggiorazione dello 0,8‰)


Il comma 26 dell'art. 1 Legge 208/2015 (Legge di stabilità) ha previsto il blocco degli aumenti dei tributi e delle addizionali per l'anno 2016, rispetto ai livelli deliberati per il 2015. Per determinare l’imposta dovuta va applicata alla base imponibile l’aliquota stabilita dal Comune (si veda prospetto riportato nella tabella dedicata alla determinazione della base imponibile).

Esempio - Fabbricato di cat. A3 con rendita catastale di Euro 500.
Base imponibile = 500 * 1,05 (rivalutazione del 5%) * 160 = 84.000,00.
Imposta dovuta (aliquota IMU 0,80 %, aliquota TASI 0,25%)
IMU: Euro 84.000,00 (base imponibile) * 0,80%= Euro 672,00.
TASI: Euro 84.000,00 (base imponibile) * 0,25%= Euro 210,00.
L’importo così ottenuto andrà proporzionato alla quota ed ai mesi di possesso (vedere paragrafo "Mesi, quote di possesso e detenzioni temporanee”).